300 – Los bros Hernandez – Benvenuti a Palomar (Love and Rockets)

cover (2)

LosBrosCC1“Benvenuti a Palomar… dove gli uomini sono uomini e le donne devono avere il senso dell’umorismo…”

(Carmen, da La zuppa del crepacuore)

 

La parola indipendente è ormai sulla bocca di tutti. Cinema indipendente, musica indipendente e naturalmente fumetto indipendente oggi vanno talmente per la maggiore che sembra quasi che debbano scomparire le grosse multinazionali che pubblicano i vari big del settore. Per  il momento questo rimane utopico, ma di sicuro oggi l’arte indipendente ha preso piede e, pur non avendo i mezzi delle varie corporation, le idee e il potenziale di certo non manca.love13

Bisogna anche dire che spesso l’espediente del fumetto indipendente ha dato il via a una serie di editori indipendenti che hanno pubblicato e continuano a pubblicare roba che con l’arte ha poco, se non nulla, da spartire. Ma questo non è il caso di Gary Groth della Fantagraphic che, nei lontani anni ’80, ebbe l’intelligenza e il coraggio di scommettere su una piccola grande opera di un gruppo di tre fratelli americani, che sicuramente oggi ha uno dei posti d’onore nella storia del fumetto indipendente e se vogliamo essere sinceri del fumetto in genere.love4

Benvenuti a Palomar (Love and Rockets) di Gilbert, Jaime e Mario Hernandez è un piccolo grande fumetto, “un’anomalia”  per usare le parole dello stesso Groth. Basterebbe la storia iniziale di questo volume, La zuppa del crepacuore, per farvi capire cosa si può fare con mezzi tecnici scarsi ma grandissima originalità narrativa. Non appena uscito, il “re” del fumetto underground, Robert Crumb, disse che La zuppa del crepacuore era la cosa più bella e originale che avesse letto, elogiandone la qualità letterale. In effetti la storia disegnata dal Gilbert è un perfetto e meraviglioso spaccato della cultura latino-messicana, in cui l’autore crea un sorprendente universo di personaggi come l’adolescente Pipo, il latin lover Manuel, la banadora Chelo e la sua concorrente Luba e tutta una serie di persone comuni che si muovono nello sperduto paesino di Palomar (piccionaia) che conta 386 abitanti. Un pezzo di vita reale, quasi una sorta di neorealismo rude e ironico, caratteristiche che contraddistinguono il disegno di Gilbert Hernandezlove1Ma non è da meno neanche una storia come 100 stanze che, questa volta, vede ai pennelli il talentuoso Jaime, il quale fa vivere al suo personaggio Maggie delle avventure che sono un perfetto mix di quotidianità e parodia del fumetto supereroistico (come la divertente storia che la vede accanto al supereroe Ultimax), fino ad arrivare alla storia Da qualche parte in California di Mario Hernandez, forse il meno talentuoso dei tre che infatti abbandonerà presto la serie lasciando spazio agli altri due fratelli che faranno di Love and Rockets un vero cult comics famoso in tutto il mondo. La serie proseguirà mantenendo sempre ottimi livelli artistici e narrativi, alla scoperta di nuovi e sorprendenti personaggi ma anche dei simpatici e commoventi abitanti di Palomar ormai cresciuti e ognuno con la sua vita. E soprattutto con  Gilbert e Jaime Hernandez, instancabilmente al timone di un ‘opera che è e sarà sempre un vero punto di riferimento per il fumetto indipendente, quello stesso fumetto che loro stessi hanno contribuito a creare. Ma la magia e la bellezza di queste prime storie resteranno per sempre ineguagliate.

 

Altre edizioni: La Magic Press ha pubblicato Love and Rockets in circa 19 volumi, che rispettano fedelmente l’edizione americana. Prima della Magic Press, alcune delle prime avventure degli Hernandez erano comparse sulle riviste Comic Art e Lupo Alberto Magazine. Anche la Coconino ha pubblicato un cofanetto Nuove storie della vecchia Palomar, con storie antecedenti a quelle conosciute.

love9

http://nedbajalica.blogspot.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...