Segmenti

Immagine

Un segmento è una parte di retta racchiusa tra due punti detti estremi. Tra due punti ci sono infiniti punti. Un segmento lo vediamo solo perché uniamo una parte dei punti, quanto basta per andare da A a B.

Che succederebbe se non volessimo scegliere?

Che succederebbe se decidessimo di raccontare tutto?

Per fortuna non lo sa nessuno. Le storia sono belle perché a un certo punto finiscono.

 

Strisciò la scheda magnetica nella stretta bocca di metallo e contò tre secondi dal clack. Si infilò in casa come ci si sistema dentro una coperta. Lasciò cadere qualche moneta e il badge nello svuota tasche, gustandosi il suono imbottito del metallo contro la vernice.

Andò in cucina e cercò il barattolo verde. In teoria sarebbe dovuto essere già alla fine della cura: sul fondo giacevano tre compresse; le ultime tre delle quarantacinque che in quindici giorni aveva assunto, prima di colazione pranzo e cena. Il dottore gli aveva assicurato risultati visibili già a metà del secondo ciclo. “Vedrà che finito il barattolo blu, sarà tutto in discesa” disse dietro le strette lenti che gli deformavano gli occhi in grosse sfere gelatinose. Gli aveva creduto. Non si può non credere a qualcuno che ti assicura la guarigione con tanta leggerezza; paradossalmente, pensava, avrebbe rizzato le antenne di fronte a una promessa enfatizzata da sorrisi e strette di mano. Però era evidente che qualcosa non stava andando per il verso giusto.

Ingollò una compressa con tre lunghi sorsi d’acqua e si distese sul divano. Un fascio di luce smunta gli si chiudeva piano addosso. Lasciò andare le palpebre e sperò – e si era ripromesso di farlo fino alla fine – che qualcosa fosse cambiato, ma erano ancora lì: bianchi e lenti globuli lampeggianti, circondati da un frenetico vai e vieni di macchie rosse occupavano il suo campo visivo: galleggiavano, esplodevano come bombe spiate da immense altezze e gli spingevano dentro le pupille chiodi lunghi e roventi.

Aprì gli occhi di soprassalto e respirò. Non passa, si disse, e si apprestò a passare l’intera notte a guardare il soffitto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...